Zona industriale Nord

La Zona Industriale Nord, definita di interesse regionale, occupa una superficie di 1.122.800 mq. Tale zona industriale, che attualmente vede insediate oltre 40 aziende, ha notevoli possibilità di sviluppo: infatti all'interno del comparto vi sono ancora diversi lotti da insediare. Dal punto di vista urbanistico, la Zona Industriale Nord è regolamentata dal Piano Territoriale Infraregionale, approvato con decreto del Presidente della Regione n. 0122/Pres. del 22.05.2008, e adottato dal Consorzio ai sensi dell’art. 3 della L.R. 3/1999 che attribuisce funzioni di pianificazione territoriale ai Consorzi per lo sviluppo industriale limitatamente agli ambiti degli agglomerati industriali di interesse regionale individuati dagli strumenti urbanistici di pianificazione territoriale regionale, così come definiti dagli strumenti urbanistici comunali.
La localizzazione dell'area al limite del territorio comunale e confinante con un contesto dalle caratteristiche rurali non pone limitazioni al suo futuro sviluppo che, sensibilmente cresciuto con la recente realizzazione del tratto viario di collegamento con i percorsi autostradali (A4 e A28), la realizzazione dei tratti di viabilità verso ovest ed il progettato miglioramento dei collegamenti viari verso est (Udine e A23) rende quest'area particolarmente interessante sotto il profilo degli investimenti anche in ragione del basso prezzo di vendita dei terreni industriali.
Trovandosi a nord della Provincia di Pordenone, nella cosiddetta pedemontana spilimberghese, il sistema produttivo svolge un forte potere di attrazione per la manodopera e le professionalità locali attualmente impiegate in attività orientate alla ricerca e allo sviluppo delle materie plastiche, allo studio e costruzione di chiusure esterne per gli edifici con rilevante know-how tecnologico, alla realizzazione di prodotti con un elevato contenuto di design nell'ambito del mosaico industriale, dei sistemi sanitari per il bagno e dei complementi per l'abitazione.